Posted on 1 commento

Alice Munro e Nuala O’Faolain, la vita che arde dentro

Storie di donne, mai a confronto. Ma a conforto e sostegno una dell’altra. Percorsi scavati a mani nude nella propria mente e nel proprio cuore. Ogni nuovo passo non è mai banale e se ne cerca il senso, con una tenacia tutta femminile.

“La sorpresa fu il suo desiderio, quasi la pretesa che ogni cosa tornasse a essere lì apposta per lei, semplice e compatta come il servizio di recipienti da gelato, tanto da convincerla di non essere solo in fuga da delusioni, perdite e abbandoni, ma anche dal loro esatto opposto: dalla cerimonia violenta dell’amore dallo stato di frastornata alterazione che comporta. Perfino quando non era pericolosa faceva fatica ad accettarla. In un modo o nell’altro l’amore ti derubava sempre di qualcosa: una sorgente di equilibrio interiore, un piccolo nocciolo duro di onestà.” Alice Munro

“Per la maggior parte del tempo non avevo fatto altro che avanzare alla cieca da un giorno all’altro… Eppure dentro di me la vita ardeva. Benché fosse poca cosa, era pur sempre l’unica testimonianza del mio esserci, la mia sola creazione, e qualcosa in me non poteva accattare che si trattasse di un evento privo di importanza. Quel qualcosa doveva essere sempre rimasto in attesa di poter sollevare la mano per chiedere ascolto, perché alla fine, non appena me ne si presentò l’occasione, accettai di raccontarmi. Sono sola, pensai, non ci perdo nulla. Invece avevo un gran bisogno di parlare. Anzi, avevo un gran bisogno di gridare.” Nuala O’Faolain

Posted on Lascia un commento

“C’è una ricetta per non consumare il mondo”


Voglio segnalarvi questo nuovo sito della LAV www.cambiamenu.it
“C’è una ricetta per non consumare il mondo”.
Molte pagine perfette per chi deve ancora iniziare il suo percorso vegan.
Per affrontare le prime difficoltà, pochissime in realtà, ma che scoraggiano molti.
Molte ricette, menu natalizi, consigli su come trasformare i nostri piatti preferiti in piatti vegan saporiti e stuzzicanti.
E poi ancora articoli sugli innumerevoli vantaggi per la salute, sulle problematiche ambientali legate al consumo di carne, e, importantissimo,sulle sofferenze degli animali che invece potremmo salvare.
Se ogni italiano mangiasse vegetariano un giorno a settimana si salverebbe la vita a ben 12 milioni di animali l’anno (pesci esclusi).
Che ne dite? Vale la pena provare?

Posted on Lascia un commento

Riva Maestra di Marta Saveri

Marta Saveri, giovane pittrice romana che dell’arte informale ha fatto la sua passione ed il fulcro della sua attività professionale, espone le sue più recenti opere presso l’associazione culturale madein. I soggetti rappresentati sono per lo pi astratti; la figura umana fa raramente la sua apparizione. Le tecniche di rappresentazione sono molteplici. Elemento caratterizzante l’uso di colori e smalti che creano effetti policromi sulla tela. La luce viene trattata come un elemento fondamentale attraverso l’utilizzo di materiali rilucenti in grado di rifletterla. Questo conferisce alle opere un carattere mutevole, trasformandole al cambiare della loro esposizione luminosa.

La mostra rimane aperta fino al 16 gennaio 2009
mercoledi, giovedi e venerdi dalle 17.00 alle 19.30